.

Salve a tutti, noi siamo i giovani adulti  dell’Avalon Ship…

Nei prossimi mesi prenderemo il largo e già da ora vi invitiamo a salire sulla nostra nave. Salperemo per un viaggio che non sarà di conquista ma di scoperta.

Non saranno oro e gioielli i tesori che scopriremo, ma film, libri, opere teatrali, poesie… oltre i luoghi comuni, la cultura e la conoscenza  possono costituire beni inestimabili.  Attraverso di essi possiamo veramente diventare “ricchi” di umanità e “potenti”… in grado di cambiare molte cose in noi e intorno a noi…

Questa rubrica sarà il nostro ” diario di bordo”, dove annoteremo le nostre “scoperte”.

E’ importante precisare che il nostro scopo non sarà di recensire dal punto di vista professionale le opere che proporremo; per fare questo in maniera adeguata, occorrerebbero anni di  studio ed esperienza, che nessuno di noi possiede.

Siamo solo ragazzi che vogliono proporre e condividere film e libri con altri giovani ( e non solo), magari raccontando con umiltà, quali sono state le nostre impressioni a riguardo, facendo ciò in maniera un po’ “alternativa”… mettendo al vostro servizio, le nostre piccole abilità e la nostra voglia di crescere…

.

.

“Il  mondo è mutato. Un tempo un viaggiatore, se aveva la volontà e conosceva qualche segreto, poteva avventurarsi con la barca nel Mare dell’Estate e giungere non a  Glastonbury dei monaci, ma all’Isola Sacra di Avalon; allora le porte tra i mondi fluttuavano con la nebbia e si aprivano al volere del viaggiatore. Perché questo è il grande segreto noto a tutti gli uomini del nostro tempo: con il  nostro pensiero noi creiamo giorno per giorno il mondo che ci circonda”

Marion Zimmer Bradley. ” Le nebbie di Avalon”

.

CHI SIAMO, DOVE SIAMO, COSA FACCIAMO ...

MATTIA RUSSO - 24 ANNI

Nato a Perugia, dove oggi vive, Mattia Russo ha 24 anni e una  laurea triennale in lettere moderne in tasca. Titolo della sua tesi: “Quando le Muse discesero nel mondo degli uomini. La scrittura femminile in Umbria tra Medioevo ed Età Moderna”.

Si definisce un “sognatore” o un “cantastorie”,  ama la scrittura creativa (che pratica  sin da molto piccolo), la recitazione, l’arte… Insomma, tutte quelle  cose che, come lui dice sempre, “Permettono di viaggiare nel tempo e nello spazio, di conoscere luoghi e persone che altrimenti non incontreremo mai. E’ inoltre particolarmente affascinato dalla storia medievale e rinascimentale, nonché dalla mitologia e dal folclore popolare,  che, da “autodidatta”, studia sin da bambino.

Mattia ha iniziato il percorso di studi magistrali “Italiano per l’insegnamento a stranieri” presso l’ “Università per stranieri” del capoluogo umbro. Il  suo grande sogno è quello di diventare insegnante, mestiere che lui definisce come il più bello del mondo. Lo ha scelto per l’amore verso i ragazzi. Secondo lui un bravo insegnante é colui che, oltre alle discipline, é in grado di fornire loro gli strumenti e le chiavi necessarie per aiutarli a credere in se stessi e nei propri sogni, a “muoversi come persone competenti“ nel mondo di domani. Dislessico, viste le sue esperienze di vita personali, sogna di poter aiutare i ragazzi che, come lui, hanno questa particolarità. I disturbi dell’apprendimento quindi rappresentano un settore che lo affascina e che approfondisce  particolarmente.

Un particolare legame  lo unisce a Geapolis… Già da molto piccolo ascoltava le storie del nonno Antonio che spesso raccontavano del Lago di Bolsena e di un piccolo paese, Piansano, dove aveva lavorato da giovane…

Per continuare…

Link: http://geapolis.eu/1-giovani-adulti-con-il-coraggio-di-osare/

Link: http://geapolis.eu/2giovani-adulti-che-osano-lautenticita-grazie-mattia/

Link: http://geapolis.eu/3-grazie-a-chi-mi-ha-educato-a-credere-in-me-stesso/

Benvenuti a teatro dove tutto è finto e niente è falso 

(G. Proietti)

ELEONORA CECCONI - 30 ANNI

Eleonora  Cecconi, ha 30 anni e attualmente vive a Perugia. A 4 anni è già sul  palco per la recita della scuola materna e da allora non ne è più scesa. Si laurea nel febbraio 2011 in Lettere Moderne presso la Facoltà di Lettere e Filosofia del capoluogo umbro. Nonostante l’amore per lo studio umanistico, conseguita la laurea, inizia a viaggiare tra Roma, Milano e Perugia  per studiare recitazione e  formarsi professionalmente.

Si è formata artisticamente con i laboratori teatrali sull’arte dell’attore tenuti dalla Compagnia Liminalia di Perugia (Metodo Grotowski).

Ne diventa attrice professionista dal 2009 al 2013, collaborandoci  anche  per alcuni anni.

A Roma ha frequentato il corso di alta formazione Officina Pasolini sezione teatro diretto da M. Venturiello, studiando con affermati professionisti  quali: Armando Pugliese, Paolo Coletta, Germano Mazzocchetti, M. Letizia Gorga.

Tra le esperienze come attrice può vantare diversi spettacoli: “Profumo di donna” versione Reading, regia di Massimo Venturiello, ” Il Vantone di P. Paolo Pasolini”, regia Massimo Venturiello , “Hamlet Und Ophelia Befreit”,  regia di Elisa Lepore Pujadevi, “Blood and Wind “  liberamente tratto da Medea di H. Muller – regia di Elisa Lepore Pujadevi, “La persecuzione e l’assassinio di J. P. Marat”,  regia S. Bevilacqua – drammaturgia P. Weiss, “Collage – Commedia amara” , regia e drammaturgia V. Ciardo, scenografia I. Rezzi, “In Utero”,  regia F. Torchia – drammaturgia G. Pannacci e B. Pilati, “Le nuvole che passano, il canto della nostalgia e della migrazione “,  regia e drammaturgia F. Torchia (spettacolo selezionato al Festival dei Balcani di New York 2011).

..

L’INTERVISTA/ CON ELEONORA CECCONI … OSARE LA VIA DEL TEATRO clicca qui

.

MIRIAM BURBI - 23 ANNI

Miriam Burbi ha conseguito la laurea triennale in lettere con una tesi sulla storia medievale della sua  città, Perugia, che ama molto. Titolo della sua tesi: “Comuni di Popolo e Signorie cittadine. Il caso di Perugia fra XIV e XV secolo”.  Da quando ha iniziato il liceo classico, è nata in lei una profonda passione per la letteratura ma anche  per la bellezza intensa delle parole stesse,  delle loro etimologie e del modo in cui esse si  articolano all’interno delle varie lingue. Ciò in particolare da quando scoprì l’etimologia della  parola “nostalgia”, ovvero “dolore del ritorno”. Da quel momento fu come un innamoramento, un costante e sempre travolgente viaggio all’interno di libri e raccolte, soprattutto di poesie.

Già a quattordici anni, nel 2009, partecipò al suo primo concorso di poesia, a Milano, indetto dalla rivista «Artecultura», un mensile di manifestazioni artistiche e culturali.

Ancora oggi, la scrittura rimane il suo piccolo porto felice insieme all’amore per l’arte, che la spinge a proporsi come guida nei luoghi perugini aperti al pubblico dal Fondo Ambiente Italiano.

Attualmente, Miriam vive a Bologna dove ha iniziato un percorso di studi magistrale in “Digital Humanities and Digital Knowledge”, con lo scopo di intraprendere un nuovo viaggio nel campo dell’utilizzo delle nuove tecnologie per la preservazione e la fruizione, da parte degli utenti e soprattutto dei giovani, del patrimonio culturale.

ELEONORA BRAIDA - 23 ANNI

Eleonora è nata a Perugia nel luglio 1995, dove tutt’ora vive. È sempre stata una persona estremamente introversa, che si apre difficilmente con le persone, ma quando lo fa, dà veramente tutta se stessa. Sin da piccola aveva molti interessi, il principale erano gli animali… più che interesse possiamo definirlo amore (che è presente tutt’ora). Da ragazzina, avendo il padre che amava molto fare foto e video,  le era presa la curiosità di provare, ma per paura di non essere capace, aveva rinunciato. Circa un anno fa, ha chiesto ai suoi genitori come unico regalo di Natale una macchinetta fotografica nuova, diversa da quella che già possedeva, che le era stata regalata diversi anni prima… Utile, ma sempre tecnologicamente inferiore rispetto a quelle odierne.

Un pò come sfida personale e un pò come semplice hobby ha iniziato a scattare le sue prime foto, chiedendo ai suoi amici più cari di posare per lei, andando al Lago Trasimeno (uno dei suoi posti preferiti) o semplicemente facendo esperimenti dentro casa sua. Pian piano vedendo un miglioramento, ha deciso di fare un passo avanti, non tenendosi più le sue foto per sé o per quei pochi suoi amici, ma ha deciso di renderle pubbliche. È per questo motivo che ha creato una pagina su Facebook con il nome di “Morgana Le Fay Photography” e successivamente un profilo Instagram. morgana .

Se vuoi continuare a seguire Eleonora vai alla pagina Morgana Le Fay Photography clicca qui

IL BELLO DELL'AMICIZIA...

La storia di Mattia mi ha colpito nel profondo … clicca qui 

MARIA FRANCESCA CIVETTI - 25 ANNI

Maria Francesca Civetti è nata ad Assisi e cresciuta a Perugia. Aveva cominciato, come tutti i bambini, a disegnare scarabocchiando buffe figure umane con teste storte e un braccio sempre più corto dell’altro, ma la cosa la divertiva e non ha più smesso.

Con il passare del tempo il foglio di carta  divenne piccolo e ci fu bisogno di trovare altro spazio, continuando su tele,  muri e anche una porta.

Oggi nelle miniature si coniugano il suo essere  pignola e precisina con la creatività e soprattutto il gioco.  

A ventiquattro anni suonati è, sì, un’artista, ma anche una bambina che scarabocchia.

Maria Francesca Civetti, Idea adorabile – 2015

LE MATITE & I COLORI DI MARIA FRANCESCA ...

 2017

 2016 

IL VANTAGGIO DI ESSERE DIFFERENTI MA ... UNITI NELLA DIVERSITÁ

Ora è arrivato il momento di conoscere la nostra  ciurma…

Mattia Russo: Sarà mio compito gestire la “nave” dal punto di vista organizzativo e scegliere le rotte da percorrere insieme alla nostra “Viviane”. Inoltre sarò io ad introdurvi ciascuna delle proposte di cui parleremo. Me ne occuperò  a partire dalla mia passione principale, la narrazione e la scrittura creativa.

.

Eleonora Cecconi, regista teatrale e drammaturga, sarà la nostra master.  Metterà a disposizione le sue competenze che saranno preziose innanzitutto per la nostra ciurma e poi per tutti coloro che vorranno dedicare tempo alla rubrica che cureremo.

.

.

Miriam Burbi  è la “poetessa” del gruppo. Cercherà di mettere in relazione ogni nostra proposta con citazioni letterarie e poetiche che possano aiutarci ad allargare gli orizzonti delle nostre conoscenze e magari, qualche volta, sarà lei a scrivere qualche poesia… 

.

..

Eleonora Braida, la nostra fotografa,  farà lo stesso, invece, attraverso la fotografia.

.

La 

La nostra artista, Maria Francesca Civetti, lo farà attraverso disegni e vignette.

Una squadra  di persone giovanissime, ognuna delle quali ha il  proprio punto di vista, abilità e competenze tutte da sviluppare insieme alla  propria “arte” ed  ai propri sogni…

.

CINEFORUM CON L’ AVALON SHIP... ARCHIVIO

.

3/ ESSERCI OLTRE LE APPARENZE clicca qui

Un ponte per Terabithia clicca qui 

.

2/ESSERCI CON CREATIVITÁ … Storie di formazione  clicca qui

Sing street clicca qui

Scuola media: gli anni peggiori della mia vita clicca qui

.

1/ LE MERAVIGLIE… l’ardua sfida del dialogo intergenerazionale clicca qui

.

OLTRE LE NEBBIE DI AVALON

Avalon era un’isola leggendaria, resa famosa soprattutto per il ciclo delle leggende Arturiane. In questo luogo si racconta che riposi il mitico re Artù, in attesa di tornare in vita, nel momento in cui la gran Bretagna avesse bisogno. Marion Zimmer Bradley, autrice del libro sopra citato, la descrive come un’ isola avvolta da nebbie magiche, accessibile solamente a poche persone. Un luogo, quindi, ricco di tesori, avvolto dalla foschia.  

E’ proprio questo  lo scopo principale della rubrica,  scoprire quelle opere “avvolte dalla nebbia”, non sempre molto conosciute dai giovani, ma che talvolta nascondono e rivelano  insegnamenti e  riflessioni per la vita  assai preziosi. 

Avalon inoltre era un luogo  dove le credenze arcane abbattevano le barriere dello spazio e del tempo.

Una  sorta di “ponte” quindi, tra il mondo “invisibile” ed il mondo “reale”, tra il mondo del “concreto” ed il mondo del “possibile” …