CIRCOLO DI STUDIO VIRTUALE ... “COME UN GIARDINO ...”

in collaborazione con FIDAPA (Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari)

Referente: Felicita Menghini Di Biagio- Presidente Sezione di Viterbo 

.

Percorso 1/ Giardino sacro & profano

IL GIARDINO DELL’ISOLA BISENTINA 

.

.

“Dallo specchio azzurrino delle acque del lago di Bolsena, l’antico Lacus vulsiniensis, emergono due piccole isole molto pittoresche dal punto di vista paesaggistico: si chiamano Bisentina e Martana. Il lago è inimmaginabile senza le due isolette: da qualunque versante lo si guardi, le due emergenze specchiano nell’acqua le rocce riarse dl magma vulcanico da cui sono nate. […] scoprimmo che le isole non hanno una dimensione esclusivamente fisica. La dimensione ideale della Bisentina ci stregò, i suoi contorni reali sfumarono in valori più storici e simbolici, più spirituali e artistici. Il fatto che fosse piccola non aveva importanza: a volte, uno scoglio è più affascinante di un’isola immensa. Nel nostro atteggiamento non ci fu retorica: capimmo solo che era impossibile parlare dell’ambiente della Bisentina senza capire l’anima degli uomini che nel corso dei secoli hanno vivificato il luogo. E continuammo a cercare, ad indagare….”

(Alessandro Menghini, Felicita Menghini Di Biagio, tratto da “Isola Bisentina. Giardino sacro e profano”)

Lago di Bolsena (VT) – da sinistra, isola Bisentina, isola Martana, Località Mergonara a Capodimonte – foto by Debora Guerrini

L’isola bisentina è un giardino naturale, un gioiello incastonato nella quinta diamantina delle limpidissime acque del lago di Bolsena, il cui fascino si è mantenuto intatto nel tempo. Il libro dei fratelli Alessandro Menghini e Felicita Menghini Di Biagio, ne ripercorre la storia, l’arte e ne illustra le bellezze.

Anticamente frequentata dagli Etruschi, nel Medioevo vi si rifugiarono le popolazioni rivierasche del lago. Ospitò anche la prigione ecclesiastica da molti identificata come la malta dantesca.

Nel  Rinascimento furono però i Farnese che l’avevano scelta come luogo di sepoltura e di svago, ad abbellirla di giardini, a farvi costruire il convento e sull’altura i sette oratori in ricordo della Terra Santa che con la grande chiesa completavano il numero 8, il numero della cristianità che simboleggia la resurrezione. 

Arrivò poi l’ultimo principe del Rinascimento, don Giovanni Ravaschieri del Drago, che realizzò nella sua isola, “il suo giardino incantato”… 

Paragonabile nella sua interezza ad un giardino concluso, la Bisentina suscita il mistero arcano di isola dei sogni, con quel tocco di aristocratica riservatezza e quel silenzio assoluto che solo il linguaggio delle testimonianze storiche e il soffio del vento hanno il potere di rompere.

Felicita Menghini Di Biagio 

PER SAPERNE DI PIÚ

Isola Bisentina. Giardino sacro e profano – di Alessandro Menghini, Felicita Menghini Di Biagio (anno 2000)

Isola Bisentina. Giardino tempio dei Farnese – di Alessandro Menghini,‎ Felicita Menghini di Biagio (anno 2007)

Il giardino di Dio. Armonia francescana della natura – 2010 di Alessandro Menghini

.

.

Cerco di osservare ciò che ho sempre sotto gli occhi:

il giardino di casa, la mia strada. E tutto mi sorprende.

J.W. von Goethe

.

PER ANDARE OLTRE ... BIBLIOGRAFIA

.

Alessandro Menghini è stato docente presso l’Ateneo di Perugia, città dove attualmente vive. Oltre di tematiche botaniche strettamente professionali, si occupa di tradizione storica. Ha al suo attivo numerose pubblicazioni scientifiche e libri, tra cui si segnalano:

  • Dal Giardino dell’Eden al Bosco di Pietra (Centro Stampa Università di Perugia, 1996)
  • La Verna Spezieria e speziali (Aboca Museum, 2003)
  • Il Giardino dello Spirito- Viaggio tra i simbolismi dell’orto medievale  (AMP edizioni, 2004)
  • Herba Gjoconda – Hypnophytogonia (AMP Editore 2004)
  • Igiene e bellezza nell’antico Egitto (Aboca Museum, 2005)
  • Il mistero del lago di Pilato (AMP edizioni, 2007)
  • L’enigma del monte della Sibilla (AMP edizioni, 2008)
  • Il giardino di Dio. Armonia francescana della natura (Aboca Edizioni, 2010)

Felicita Menghini Di Biagio, studiosa farnesiana e scrittrice storica, con il fratello Alessandro Menghini sono i co-autori di:

  • Isola Bisentina, Giardino sacro e Profano (Effe Fabbri 2000 ed edizioni successive) 
  • Paolo III Pillole e Profezie, Astrologia e medicina alla corte papale del Cinquecento (AMP edizioni, 2004)

.

.

Leggere, in fondo, non vuol dire altro che creare un piccolo giardino all’interno della nostra memoria. Ogni bel libro porta qualche elemento, un’aiuola, un viale, una panchina sulla quale riposarsi quando si è stanchi. Anno dopo anno, lettura dopo lettura, il giardino si trasforma in parco e, in questo parco, può capitare di trovarci qualcun altro.

Susanna Tamaro

.

.

torna alla pagina clicca qui

.