SPAZI VIRTUALI PER APPRENDERE IN ETÁ ADULTA

SAPER RICONOSCERE I TRATTI VITALI E LE POTENZIALITÁ DEL PATRIMONIO CULTURALE

.

Ogni luogo ha il proprio spirito, il proprio passato,

le proprie aspirazioni.

Jerome Bruner

.

PRATICHE PARTECIPATIVE (TIC) & RISORSE EDUCATIVE APERTE (OER)

.

Lo spazio dedicato ai luoghi del silenzio, offre una proposta culturale caratterizzata da contenuti e strumenti  metodologici  utili a potenziare  due delle otto competenze chiave: le competenze sociali la consapevolezza ed espressione culturale.

L’obiettivo è quello di  promuovere processi formativi in grado di favorire nell’adulto sia la rielaborazione personale delle conoscenze che lo sviluppo di specifiche abilità e competenze. In particolare

  • affinare il gusto estetico
  • esprimere meglio la creatività artistica
  • assumere comportamenti corretti, responsabili e solidali nei confronti di se stesso, degli altri, della più ampia società e dei beni da condividere.
  • sviluppare la motivazione personale ad  apprendere cose nuove

Per approfondire clicca qui 

.

 

.

pagina collaborativa con i contributi di …

.

.

Anna Laura (archeologa) – Direttrice del Museo  Civico Archeologico  “Pietro e Turiddo Lotti” – Ischia di Castro

Elettra De Maria  (Insegnante in pensione) – Scrittrice autodidatta

Ennio De Santis – Poeta autodidatta

Progettazione e coordinamento web content a cura di Antonella Cesari 

.

.

ECHI LONTANI ... CASTRO: LA CARTAGINE DI MAREMMA

.

“Siamo ora a Castro, dove piglio in gran diletto di considerare i giramenti del mondo. Questa città, la quale altre volte mi parve una bicocca di zingari, sorge ora con tanta e si subbita magnificenza, che mi rappresenta il nascimento di Cartagine…”

Annibal Caro, Lettera a Paolo Giovio  28 Luglio 1543

.

PER SAPERNE DI PIÚ...

.

Il ducato di Castro fu un feudo dell’Italia centrale, sorto come vassallo dello Stato Pontificio (di fatto indipendente) e retto dai Farnese. Costituito nel 1537, rientrò nel patrimonio di san Pietro nel 1649. Comprendeva una piccola fascia territoriale dell’attuale Lazio a ridosso della Toscana. Si estendeva dal mar Tirreno al lago di Bolsena, in quella striscia di terra delimitata dal fiume Marta e dal Fiora, risalendo fino all’affluente Olpeta e al lago di Mezzano, di cui è un emissario.  Castro, una cittadina arroccata su una rupe tufacea nei pressi del fiume Fiora, era la capitale e la residenza del duca. Il ducato di Castro fu creato da papa Paolo III Farnese (1534-1549), con la bolla Videlicet immeriti del 31 ottobre 1537, in favore del figlio Pier Luigi e della sua primogenitura maschile. Il suo territorio era composto in parte di paesi già appartenenti ai Farnese, e in parte da paesi aggregati dalla Camera apostolica. Il ducato comprendeva le seguenti località: Castro, Montalto, Musignano,  Ponte della Badia, Canino, Cellere, Pianiano, Arlena, Tessennano, Piansano, Valentano, Ischia, Gradoli, Grotte, Borghetto, Bisenzio, Capodimonte, Marta, le isole Bisentina e Martana. Paolo III vi aggiunse anche Ronciglione e altre terre contigue, col titolo di contea. Il ducato di Castro diventò così il feudo più importante dello Stato pontificio, sia per l’estensione, sia per le vistose rendite. (Leggi tutto clicca qui )

.

Le macerie della distrutta città di Castro ben presto furono ricoperte e nascoste da una fitta vegetazione e sparì anche la colonna con l’iscrizione “Qui fu Castro”. Ma poco fuori di quella che era stata la Porta del Ghetto i demolitori – che pure avevano raso al suolo tutte le Chiese – risparmiarono un masso a forma di parallelepipedo triangolare che, sulla facciata rivolta a mezzogiorno, aveva dipinta l’immagine del Crocifisso. Sulle altre facciate erano dipinte la Madonna del Carmine – nel tempo sostituita da una piccola statua della Madonna di Loreto – e S. Antonio da Padova. Il masso si trovava al centro di un trivio, sicché da ognuna delle strade si poteva vedere una delle nicchie dipinte. L’immagine del Crocifisso certamente non venne risparmiata per i particolare pregi artistici. Infatti è piuttosto semplice nella forma… Inoltre appare scrostata e mutilata nella parte inferiore.

Leggi tutto vai alla pagina  clicca qui

SUL CONFINE DEL SILENZIO ...

STORIA & STORIE / CASTRO ... RISCOPERTA DELL'ANTICA CAPITALE FARNESIANA

DIARIO DI VIAGGIO

.

1/ I luoghi del silenzio  … VERSO CASTRO  13 dicembre 2016 clicca qui

.

2/ I luoghi del silenzio …  ECHI DALLA CARTAGINE DI MAREMMA  24 gennaio 2017 clicca qui

.

3/ I luoghi del silenzio …  LE PIETRE DELLA CATTEDRALE RACCONTANO  3 aprile 2017 clicca qui

.

4/ I luoghi del silenzio …  “CI MISERO UNA CROCE SOPRA”  26 aprile 2017  clicca qui

.

5/  I luoghi del silenzio …  APPUNTAMENTO A PIAZZA MAGGIORE  17 giugno 2017 clicca qui 

.

.

DAL SILENZIO DELLE PIETRE ...

.

I centri del silenzio

come retaggio dei centri della vita 

.

CASTRO… L’ANTICA CAPITALE FARNESIANA 

clicca qui 

.

LA PRIMA CATTEDRALE:

Santa Maria “intus civitatem”

clicca qui 

.

IL DUOMO: SAN SAVINO 

clicca qui

.

LA PIAZZA: PIAZZA MAGGIORE

clicca qui 

.

.

.

L'ECO DELLA VITA ... RISONANZE

.

DAL SILENZIO DELLE PIETRE … L’ECO DELLA VITA

Una passeggiata nell’antica Castro

Clicca qui

.

UN SILENZIO CHE SA DI PRESAGIO …

Castro muore

Clicca qui 

.

GIGI OH! O IL SILENZIO INNOCENTE

Clicca qui

.

FUGA NELL’OBLIO

Clicca qui

..

IL TRADITORE 

Clicca qui 

.

CONTROCANTO

Siv Schonberg, Qui fu Castro (2009) 

.

I colori e la luce del silenzio scandinavo  in compagnia di Siv Schonberg clicca qui 

.

.

LA GUERRA 

.

… E l’uomo

ha levato la mano.

.

Ha scagliato con furia

come sasso da fionda

l’ira contro la terra

e colpito il suo regno.

.

Ha destato

un vento feroce

di lame e di fuoco

che ha spazzato dimore,

troncato gli arbusti

e trafitto le madri.

.

… E gli occhi singhiozzano,

le voci sono stracciate

e c’è odore di sangue bruciato.

.

Ahimè

sono fuggite colombe.

.

Ennio De Santis 

.

.

.

Il mondo poetico di Ennio De Santis clicca qui 

.

ENTRA NEL CIRCOLO DI STUDIO LA VOCE DEL SILENZIO

.

IL SILENZIO COME LUOGO DELLA CONOSCENZA DI SÉ clicca qui

IL LINGUAGGIO DEL SILENZIO  clicca qui

VIVERE IL SILENZIO clicca qui

LA LUCE DEL SILENZIO  clicca qui 

.