Sospesa sul filo… la bellezza nelle mani delle donne

.

ARTE DEL MERLETTO & INTELLIGENZA CREATIVA

.

Conversazione con la professoressa Maria Vittoria Ovidi

Presidente dell’Associazione Bolsena Ricama

Coordinatrice del progetto UNESCO per il Merletto Italiano

.

.

.

a cura di Antonella Cesari

“La bellezza è la fioritura dell’essere” … La capacità creativa è il bene più prezioso della donna, perché dona all’esterno e nutre all’interno, ad ogni livello: psichico, mentale, emotivo, spirituale, economico. Attraverso il proprio essere e le proprie domande la donna ha la capacità di trasformare ciò che le sta di fronte. La donna possiede l’arte di vivere anche se le circostanze esteriori non sono particolarmente favorevoli. La vita significa trasformazione continua e le donne conoscono il mistero della metamorfosi. Lei stessa è pronta a trasformarsi continuamente. 

Più di ogni altra attività artigianale quella del ricamo, é metafora della capacità creativa e di trasformazione della donna. Per il fatto stesso che è stata eseguita prevalentemente  da mani femminili, da sempre  racchiude segreti, aspirazioni, pensieri molto spesso taciuti e inespressi. Il merletto, il ricamo e le trine sono un’arte dolce e armoniosa che esprimono i momenti della storia, del costume e soprattutto sono espressione di sentimento e sensibilità di un lavoro femminile. 

Insieme alla professoressa Maria Vittoria Ovidi, presidente dell’Associazione  Bolsena Ricama e Coordinatrice del progetto UNESCO per il Merletto Italiano proviamo e scoprire in che modo, attraverso le attività promosse dalla scuola, l’arte del merletto  diventa un approccio privilegiato  per educare lo sguardo, le mani, l’intelligenza e  le emozioni al gusto del bello e al suo significato più profondo.

Fonti fotografiche – Profili facebook:    Biennale Ricamo E Merletto clicca qui  – Maria Vittoria Ovidi clicca qui 

Che cosa è per  Maria Vittoria Ovidi la bellezza?

Formulerei meglio la domanda… come è arrivata Maria Vittoria a ricercare e ad apprezzare la bellezza…

La bellezza è un qualcosa di estremamente soggettivo, è ciò che percepiamo attraverso i sensi, nel rapporto personale che abbiamo con l’ambiente, le persone, gli oggetti, come piacevole e positivo per il significato e la qualità della nostra vita.   Riconosciamo una bellezza universale  alle opere d’arte che ci permettono di comprendere meglio “il buono” della nostra umanità. Michelangelo, Leonardo, Raffaello sono solo i più noti dei tanti artisti che sono riusciti ad esprime  la grandezza dell’uomo. Ma c’è la bellezza della natura dalla quale non possiamo assolutamente distaccarci. Se  già da bambine, siamo state abituate ad osservare la bellezza della natura nel microcosmo e nel macrocosmo il gusto e il senso della  bellezza ti resta… io ricordo quando da bambina uscivo con mia nonna che mi insegnava a raccogliere i fiori dei  campi e mi spiegava i nomi e le caratteristiche dei fiori dei campi . Io portavo a casa il mazzolino delle violette selvatiche, delle roselline  selvatiche ed ero felice. 

.

BOLSENA RICAMA ... CANTIERE APERTO

BOLSENA BIENNALE 2017

LA FARFALLA NELL'ARTE

Come è nata l’idea del tema proposto per la Xa edizione del Concorso internazionale 2017 “Ricamo e Merletto tra Arte e Tradizione.. la farfalla nell’Arte”? Puoi darci qualche anticipazione sulla manifestazione Bolsena Biennale  in programma dal  21 al 24 settembre 2017?

PROGETTO UNESCO PER IL MERLETTO ITALIANO

OBIETTIVO COMUNE

Tra le misure di salvaguardia previste nella candidatura  del progetto Unesco per il Merletto Italiano si fa rifermento alla dimensione della conservazione, della  conoscenza  e della valorizzazione  dell’arte del merletto. Come coordinatrice del progetto, quali  sono secondo te le priorità sulle quali bisognerebbe intervenire sia a livello nazionale che a livello locale?

STUDI E DOCUMENTAZIONE

… pochi soldi di filo bastano

al più prezioso merletto….

Elisa Ricci 1929

L’équipe di Geapolis ringrazia la professoressa Maria Vittoria Ovidi per aver concesso la pubblicazione di alcuni capitoli del volume L’arte del ricamo e del Merletto in Europa … un fazzoletto per la sposa. Un contributo prezioso per conoscere meglio la cultura dell’arte del merletto, le sue origini e la sua diffusione. Dal volume sono stati estratti tre contributi di Maria Vittoria Ovidi tradotti in lingua francese da Katarina Cavanna:

  • Merletti, Pizzi, Trine – Dentelles et Guipures
  • Merletti e Ricami: un patrimonio da salvare – Dentelles et Broderies: un patri moine à sauver
  • Tradizione e innovazione – Entre tradition et innovation

a cura di Maria Vittoria Ovidi Pazzaglia

L’arte del ricamo e del Merletto in Europa … un fazzoletto per la sposa.

Marsili 2004

sfoglia le pagine clicca qui 

Maria Vittoria Ovidi Pazzaglia

Il merletto di Orvieto e l’Ars Wetana. Cento Anni di Storia.

Marsili 2007

Le travail de la dentelle… retrouver son droit fil intérieur: réconcilier l’esprit qui veut et la main qui fait…

La storia dei merletti. come del resto quella di ogni oggetto d’arte e di consumo riflette i tempi e i modi del travagliato processo di trasformazione che l’Europa ha subito nel corso di questi ultimi secoli. Lo straordinario successo attraverso i secoli di questo manufatto è dovuto alla sua duttilità e capacità di evolversi nel corso degli anni. Negli ultimi tempi da fatto prevalentemente economico, legato alla moda, diventa un fenomeno artistico a cui è affidato il rinnovamento di un preciso linguaggio figurativo e la conservazione di un ricchissimo patrimonio culturale.

L’histoire de la dentelle, comme du reste celle de tout objet d’art et de consommation, reflète les temps et les modes du difficile processus de transjormation subi par TEurope au cours de ces derniers siècles. Le succès extraordinaire de ce produit manufacturé à travers les siècles est dû  à sa souplesse et à sa capacité d’évoluer à travers le temps. Dernièrement, au départ d’une réalité purement économique, liée à la mode, il s’est transformé en un phénomène artistique qui englobe le renouvellement d’un langage figuratif précis et la conservation d’un patrimoine culturel purticulièrement riche.

.

Le travail de la dentelle (et de broderie) est généralement présenté comme quelque chose de beau,

d’un goût exceptionnel, imaginatif, d’une patience infinie…

Offrir une broderie que l’on a faite des mains, c’est donner un peu de soi, mais aussi quelque chose de totalement immatériel et d’infiniment précieux: son temps…

.

GEAPOLIS CON BOLSENA RICAMA: INNOVAZIONE E RICERCA EDUCATIVA

.

L’ÉCOLE DE LA DENTELLE BOLSENA RICAMA  EN TROIS MOT…  

INTERIORITÉ se reconnaître dans son expérience

ACTION  mettre en valeur  l’expérience

RELATION objectiver cette valeur aux yeux d’autrui

.

.

.

PROGETTO EURE.K clicca qui 

APPRENDIMENTO INTERGENERAZIONALE … BOLSENA RICAMA PROPONE clicca qui 

.

APPUNTAMENTI INTERNAZIONALI

IX COLLOQUIO INTERNAZIONALE SULL’AUTOFORMAZIONE

.

Il contributo di Geapolis e Bolsena ricama clicca qui

2/Permettersi il lusso del tempo in una società che corre clicca qui

1/Permettersi il lusso del tempo in una società che corre  clicca qui

APPROFONDIMENTI

INDAGINE SUL MERLETTO ... STORIA EVOLUZIONE E SCOMPARSA

Intervista a Doretta Davanzo Poli, Emma Vidal, Alberto Cavalli, Chiara Squarcina, Maria Vittoria Ovidi.

.

.

La creatività risiede nella curiosità e deriva dall’avere le antenne mentali aperte al mondo …

Per questo bisogna sempre continuare a pensare.

 

Rita Levi Montalcini

.

PER ANDARE OLTRE

.

RISONANZE DI DONNA 

clicca qui 

.

.

.

 La bellezza non è una cosa nella quale si possa penetrare subito. Cioè, più precisamente, ci si può penetrare anche subito, ma dopo esserci rimasti accanto per un po’, e dopo che nell’animo, i vari elementi assimilati progressivamente,  si compongono  assieme in maniera organizzata.

Pavel Florenskji 

.