Teorie in Pratica… Le disposizioni della mente

 

Il pensiero costituisce la grandezza dell’uomo

Blaise Pascal

ALTRI PENSIERI & ALTRE EMOZIONI ... ALLA SCOPERTA DELLE PASSIONI RAZIONALI

 

Probabilmente gli amici di Geapolis  rimarranno delusi  dai contenuti di questo post! 

Horace Mann, un educatore statunitense, una volta  ha osservato: “La disposizione è una fune; ogni giorno intrecciamo un filo e alla fine non possiamo romperla”. Le persone che si comportano in modo intelligente sono capaci di pensare abilmente. Le disposizioni della mente offrono il carburante per impegnarsi nel pensare strategico, abile.  Al fine di impegnarsi con competenza nella soluzione di problemi, nella presa di decisione, nelle ana­lisi di assunzioni o nel controllo dell’affidabilità delle risorse, una persona deve possedere l’abilità di ridurre  l’impulsività, di mostrare empatia, di dare dimostrazione di curiosità e di persistenza e non solo …

Nei prossimi mesi, Geapolis, con l’aiuto di esperti  e non solo, dedicherà un focus alle disposizioni della mente.  Perché parlare di disposizioni della mente? A questo punto, vi invitiamo a deciderlo voi stessi!

PERCHÉ CI OCCUPIAMO DELLE DISPOSIZIONI DELLA MENTE?

  1. “Che caratteraccio hai? Sei sicuro che il cinismo basta?”. Le disposizioni della mente si fondano su una prospettiva dell’intelligenza centrata sul “carattere” delle persone che valorizza gli atteggiamenti, le inclinazioni e i tratti della personalità che possono aiutare ad agire in modo efficace e significativo.
  2. “Pensar male è peccato ma…”. Le disposizioni della mente comprendono una prospettiva del pensare e dell’apprendere che prende in considerazione le “emozioni” e  mette al primo posto le “passioni razionali”. Esse includono la passione per la verità e per la veridicità, l’amore per l’accuratezza e il rifiuto della disonestà intellettiva. Sono passioni genuine perché sono profondamente sentite e svolgono un ruolo considerevole nel motivare il comportamento.
  3. Lo so cosa dovrei fare, vorrei farlo ma ….”. Le disposizioni della mente attirano un’ esplicita attenzione sulla “sensibilità”, che è un elemento importante e molto trascurato del comportamento intelligente. La sensibilità  nell’agire implica la capacità di percepire e riconoscere  nelle varie situazioni della vita personale e professionale ciò che è opportuno. Capita di essere persone abili  e avere la volontà di agire ma di essere poco sensibili nel percepire  quale disposizione della mente è opportuna in quella situazione  per agire in modo efficace e significativo. 

.

La pazzia è continuare  a fare sempre la stessa cosa e aspettarsi risultati diversi

A. Einstein

.

TEORIE IN PRATICA: LE DISPOSIZIONI DELLA MENTE (HABITS OF MIND)

.

LA COSA STRAORDINARIA  RIGUARDO ALL’APPRENDIMENTO È CHE

la mente che non è sconcertata non è occupata.

NON FARE SOLO QUALCOSA … STAI LÌ!

.

.

Persistere

Pensare e comunicare con chiarezza e precisione

Gestire l’impulsività

 Raccogliere informazioni attraverso tutti i sensi

clicca qui 

Ascoltare con comprensione profonda ed empatia 

Creare immaginare ed innovare  clicca qui 

Pensare in modo flessibile clicca qui

Rispondere con meraviglia e stupore

.

.

Pensare sul pensare

Assumersi rischi responsabili

Sforzarsi per l’accuratezza

Avere senso dell’umorismo 

Fare domande e formulare problemi clicca qui

Pensare in modo interdipendente

Applicare la conoscenza a situazioni nuove

Rimanere aperti all’apprendimento continuo

.

.

LE DISPOSIZIONI DELLA MENTE… WORK IN PROGRESS… (link progressivamente attivi nei prossimi mesi)

.

Una disposizione della mente, perciò, é un insieme composito di abilità, atteggiamenti, indizi, esperienze passate e inclinazioni. Significa che diamo maggior valore a uno schema di comportamento intellettivo rispetto ad un altro, di conseguenza implica fare scelte riguardo a quali schemi dovrebbero essere utilizzati in un certo momento. Include una sensibilità agli indizi contestuali in  una situazione, che segnalano tale circostanza come il  momento appropriato nel quale l’applicazione dello schema sarebbe utile. Richiede un livello di abilità di utilizzare, eseguire, e sostenere i comportamenti in modo efficace. Suggerisce che, come conseguenza di ciascuna esperienza nella quale i comportamenti sono stati applicati, le persone siano indotte a riflettere sugli  effetti, a valutarli, a modificarli e a indirizzarli verso successive applicazioni. 

Ne parleremo nei prossimi mesi …

PER ANDARE OLTRE ...

.

IL PENSIERO RIFLESSIVO clicca qui 

L’APPRENDIMENTO TRA INTELLIGENZA ED INTUIZIONE clicca qui 

MAPPA E BUSSOLA PER IMPARARE AD IMPARARE clicca qui 

EDUCAZIONE TRASVERSALE E RICERCA AZIONE clicca qui 

.

… il pensiero è una scintilla sprigionata dal  palpito del cuore… (Sap. 2,2)